Il 15 aprile al "Palli" Italia-Turchia Under 18.

Sport

Il 15 aprile al "Palli" Italia-Turchia Under 18. Convegno a Teatro e incontri nelle scuole.

Casale Monferrato | 13/03/2015 — Data da segnare in rosso sul calendario il prossimo mercoledì 15 aprile a Casale. Il “Natal Palli” ospiterà nel pomeriggio l’amichevole tra l’Italia Under 18 e i pari età della Turchia. Dal mattino invece, diverse personalità dello sport saranno in città per un convegno e vari incontri nelle scuole superiori. La giornata è stata voluta - come abbiamo appreso ieri mattina, giovedì, in Municipio dalle parole dell’assessore allo Sport Daria Carmi, in apertura di un incontro operativo con le realtà produttive e imprenditoriali monferrine, proprio al fine di creare una adeguata task force per l’evento – «per festeggiare al meglio il centenario dello storico scudetto nerostellato e per la voglia di raccontare un mondo di sani valori richiamando un’attenzione nazionale sulla città».
Il palinsesto di questo giorno azzurro, alla cui realizzazione si sta lavorando da mesi grazie all’opera congiunta di Comune, CONI, FIGC e MIUR, avrà una particolare attenzione per i giovani con il coinvolgimento del mondo scolastico e degli studenti fin dal mattino, interessati, oltre che dalla partita pomeridiana, anche da incontri importanti.
Non solo una normale partita, quindi, ma una ricca scaletta di eventi che coinvolgeranno le maggiori personalità del calcio nostrano, come difficilmente accade in occasione di analoghe occasioni.
I VIP DEL CALCIO E IL MINISTRO DEL MIUR
Al mattino il Teatro Municipale ospiterà un importante convegno che vedrà, tra i relatori, il presidente del CONI Giovanni Malagò, quello della FIGC Carlo Tavecchio con il direttore generale Michele Uva, il C.T. della Nazionale maggiore Antonio Conte, il ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Stefania Giannini. Nella seconda parte della mattinata ospiti illustri del mondo del calcio faranno visita agli studenti direttamente nelle scuole cittadine: oltre al già citato Conte, i suoi collaboratori Angelo Alessio e Massimo Carrera, il team manager della nazionale Gabriele Oriali e il C.T. della Nazionale femminile Antonio Cabrini.
Dopo un pranzo istituzionale tra i tanti membri della delegazione azzurra e le autorità cittadine, alle ore 15 è invece previsto il calcio d’inizio della amichevole, trasmessa in diretta su RaiSport, in un “Palli” che si prevede affollatissimo.

LE CIFRE E LA LOGISTICA
Dei circa 3500 posti a sedere dello stadio casalese, tutti gratuiti per l’occasione, circa 1000 saranno messi a disposizione delle scuole superiori casalesi mentre la restante parte sarà a disposizione di tutti gli appassionati che vorranno intervenire, con modalità che saranno rese note dal Comune nei prossimi giorni.
È invece al vaglio dell’amministrazione comunale la possibile presenza, all’ingresso, di un urna al fine di raccogliere eventuali offerte benefiche da parte degli spettatori.
Considerata la giovane età degli atleti, su volere della Federazione, le due rappresentative alloggeranno nella stessa struttura, l’Hotel Candiani. Gli italiani arriveranno in città già domenica in serata, mentre i turchi nella mattinata di lunedì. L’Italia si allenerà negli impianti dello Sport Club Nuova Casale, mentre la Turchia al “Bianchi” di Oltreponte, terreno di gioco casalingo della Junior Calcio Pontestura.
L’intera giornata di lunedì 13
e la mattina di martedì 14 aprile saranno riservate agli allenamenti, mentre è allo studio un probabile tour guidato in città nel pomeriggio di martedì, vigilia di gara.
Il manto erboso del “Natal Palli” sarà preservato fino al giorno della gara; per lo stesso motivo appare probabile lo spostamento della gara casalinga di domenica 12 aprile tra Casale e Albese.
«Gli istituti di Casale sono già stati coinvolti da qualche giorno per questa giornata che servirà a costruire qualcosa di positivo per la città, a raccontarla in modo diverso da quanto si è fatto di recente – ha spiegato l’assessore Daria Carmi (riferendosi verosimilmente alla triste vicenda della sentenza di Cassazione del processo Eternit, ndr) – A Casale il calcio è sia tradizione di professionismo, che, soprattutto, uno strumento di aggregazione sociale e l’occasione di un incontro dei giovani della Under 18 pensiamo possa rappresentare un buon collegamento tra questi valori, con una finalità educativa» fonte IL MONFERRATO Marco Bertoncini


Commenti

Post popolari in questo blog

La storia del tifo organizzato a Casale

R.I.P. REBECCA

ULTRAS