Casale: ancora nessuna ricapitalizzazione. Ma Di Stanislao attacca Zanon

Casale: ancora nessuna ricapitalizzazione. Ma Di Stanislao attacca Zanon

01 Lug. 2013  •  CALCIO  •  Casale

Il destino del Casale Calcio continua a viaggiare su due rami paralleli. Da una parte c’è la costituzione del “nuovo” Casale che, guidato da Giuseppino Coppo, disputerà con tutta probabilità la prossima Eccellenza. Lo ha annunciato ai tifosi nero stellati il sindaco Demezzi, nel confronto pubblico di sabato mattina. Uno scenario, questo, che prenderà vita nel caso, probabile, che l’attuale A.S. Casale Calcio si trovi costretto a dire addio alla serie D. La crisi di liquidità del sodalizio di via Trevigi, infatti, resta. Questa domenica, tra l’altro, è scaduto il termine entro il qualela Moma International Trading avrebbe dovuto stanziare 320 mila euro in nome di un contratto di sponsorizzazione con la bibita Forza Blu. “Si tratta di un passaggio di denaro che potrà essere verificato tra due o tre giorni”- ha dichiarato il patron Paolo Di Stanislao, sempre convinto della bontà dell’operazione -“Ieri era domenica, non ci è stato possibile verificare.” Di Stanislao, poi, contrattacca e, sempre ai microfoni di Radio Gold News, riporta nel dettaglio lo stralcio di un documento che riguarderebbe il passaggio di consegne tra la Foppiani Group e Roberto Goveani, nell’estate 2012. “Da Zanon il Casale non ha ancora ricevuto niente” ha detto Di Stanislao “nonostante il contratto parli chiaro, basta leggere. Scrive Zanon: “(…) faccio presente che in data 7 agosto 2012 il dottor Massa, in qualità di presidente del Collegio Sindacale in carica, ci ha comunicato che la situazione contabile al 30 giugno 2012 evidenzia una perdita di 138.830,77 euro, mentre la perdita al 31 luglio 2012 è di circa 277 mila euro, determinata dalla contabilizzazione di sopravvenienze passive per 329.588,64 euro. Lo scrivente (Zanon, ndr), al fine di risolvere in toto il problema e nell’ottica di totale partecipazione come da accordi verbali con il notaio Roberto Goveani in sede di atto di cessione quote ha immediatamente dato disposizione al Casale Calcio di procedere nell’emissione di due fatture verso Global Logistic Solutions (azienda del gruppo Foppiani, ndr), rispettivamente di 150 mila euro in data 30 giugno 2012 e di329.588,64 indata 31 luglio2012.”“Nonostante sia tutto nero su bianco, però, il Casale non ha ricevuto niente” ha tuonato Di Stanislao, deciso a difendere il suo operato. La piazza casalese, però, vuole voltare pagina e lo ha ribadito proprio sabato, dal sindaco Demezzi: “Basta personaggi come Di Stanislao” ha invocato la tifoseria.
fonte RadioGold

Commenti

Post popolari in questo blog

La storia del tifo organizzato a Casale

Comunicato Ultras Casale

R.I.P. REBECCA