IL CALVARIO DEL CASALE


Casale ancora deferito per il ritardo sulle mensilita'

10 Apr. 2013  •  CALCIO  •  Casale

Il Casale rischia di perdere altri due punti in classifica. Il Procuratore Federale ha infatti deferito la società monferrina alla Commissione Disciplinare Nazionale per il mancato pagamento in tempo utile di stipendi, ritenute Irpef e contributi Inps ai tesserati, nei mesi di novembre e dicembre. Uno scenario già metabolizzato da tempo, visto che la scadenza di metà febbraio non fu rispettata. Nel frattempo prende piede l'ipotesi di consegna dei libri contabili in tribunale, con l'arrivo di un curatore fallimentare, un passo che dovrà essere deciso in una riunione con tutti i soci. Entro la fine di questa settimana emergerà un quadro più chiaro. Un'ancora di salvezza, successivamente a questo atto, potrebbe essere rappresentata dai liquidi che la società deve ancora ricevere dallo sponsor Foppiani, e si sta lavorando proprio per agevolare questa operazione.


Casale: secondo Di Stanislao i nuovi 'liquidi' arriverebbero da una bibita. Ma il regolamento non lo consente

Casale: secondo Di Stanislao i nuovi 'liquidi' arriverebbero da una bibita. Ma il regolamento non lo consente

05 Apr. 2013  •  CALCIO  •  Casale

AGGIORNAMENTO ORE 17.15
Sono le Norme Organizzative Interne della FIGC che pongono un argine ai tentativi della proprietà casalese di ricapitalizzare. L'articolo 85 delle N.O.I.F., infatti, non ammette nessun procedimento messo in atto dalla famiglia Di Stanislao per coprire le perdite di bilancio.
AGGIORNAMENTO ORE 15.15
Emergono nuovi particolari a proposito della ricapitalizzazione del Casale Calcio: risulta che la sponsorizzazione che Paolo Di Stanislao ha sottoscritto non ha coinvolto direttamente la ditta Forza Blu, ignara di tutta l'operazione, ma una ditta distributrice della bevanda. Si tratta, però, di una operazione di "natura privata" sulla quale non è stato possibile chiedere conferma di ulteriori particolari.
AGGIORNAMENTO ORE 12.50
Ora la versione del patron del Casale Calcio, Paolo Di Stanislao, scricchiola con ancor più fragore. All'azienda che produce la bibita Forza Blu, contattata da Radio Gold, non risulta alcuna sponsorizzazione al Casale Calcio. Seguiranno aggiornamenti 
NOTIZIA  
Altre parole, prima dei fatti, al Casale Calcio. Prima della certificazione della ricapitalizzazione di 320 mila euro, prevista questo lunedì in uno studio notarile di Torino, emergono nuovi particolari a proposito della natura della cifra che, secondo la proprietà, è destinata a ripianare i debiti al 31 dicembre 2012. "Circa 300 mila euro sono garantiti dalla sponsorizzazione della bibita Forza Blu, marchiata dalla Marina Militare" ha detto ai nostri microfoni Paolo Di Stanislao, padre del giovane Andrea, il legale rappresentante. L'ex presidente del Lanciano, infatti, non può comparire negli organigrammi perchè inibito, vista l'accusa di bancarotta documentale e fraudolenta e distrazione di fondi. L'avvocato Domenico Falanga, il legale che in questa vicenda ha curato gli interessi della società per conto della famiglia Di Stanislao, ha fatto accenno alla documentazione di un perito, nominato dal Tribunale di Roma, che avrebbe verificato l'effettiva esistenza di nuovi liquidi nel capitale sociale della compagine monferrina. E a proposito delle perplessità della piazza casalese sulla reale entità della ricapitalizzazione Paolo Di Stanislao ha sottolineato che "i tifosi dovrebbero essere contenti, abbiamo rispettato i tempi, l'alternativa sarebbe stata la liquidazione della società. L'appuntamento dal notaio è una pura formalità."

Casale, lunedi' le firme sulla ricapitalizzazione

04 Apr. 2013  •  CALCIO  •  Casale

L'atto notarile che certificherà la ricapitalizzazione di 320 mila euro nelle casse del Casale Calcio verrà stipulato il prossimo lunedì, in uno studio di Torino. Nel frattempo farà fede la stima effettuata da un perito, nominato dal Tribunale di Roma, che ha verificato l'esistenza di nuovi liquidi nel capitale sociale della compagine monferrina. La somma infatti deriverebbe da un contratto di sponsorizzazione che la famiglia Di Stanislao ha stipulato con una azienda tunisina. Tutto quindi, sembra procedere secondo i piani anche se si attendono le firme ufficiali per tirare un definitivo sospiro di sollievo

Ricapitalizzazione Casale, ci siamo. Ma l'amministratore unico Dellera pronto a lasciare

03 Apr. 2013  •  CALCIO  •  Casale

Mancano ancora le firme nero su bianco, a proposito della ricapitalizzazione di 320mila euro nelle casse del Casale Calcio, operazione sottoscritta dalla famiglia Di Stanislao, alla fine della scorsa settimana. La ratifica avrà luogo in questi giorni, in uno studio notarile di Casale o Torino. Una formalità da completare in fretta, confermata ai nostri microfoni dall’amministratore unico dei nero stellati,Matteo Dellera. “Deve ancora avvenire il passaggio dal notaio. Solo in quel momento la ricapitalizzazione potrà essere ufficializzata. Mi auguro che tutto avvenga nel più breve tempo possibile.” Su Radio Gold, però, Matteo Dellera non nasconde la delusione, dopo settimane difficili: “la mia firma sul documento dell’immissione di capitali potrebbe essere il mio ultimo atto al Casale.  Il mio è uno sfogo, non so se darò le dimissioni ma questo non è il calcio che piace a me, è un parere personale. Non mi sento la persona giusta, per avere a che fare con questa situazione. Visto che, fino a poco tempo fa, ero dall’altra parte della scrivania, sono abituato a vedere il calcio ancora da quella prospettiva. Deve essere fatto con programmazione. Qua al Casale ne ho vista poca. Uno scollamento con il patron Di Stanislao? Certo. Sono stati fatti tanti incontri tra gli attori di questa vicenda e io ne sono rimasto all’oscuro, a questo punto vadano avanti senza di me.” 
Intanto dall’entourage del precedente proprietario, Roberto Goveani, viene smentito un coinvolgimento dell’ex patron, a proposito di un suo contributo nelle casse monferrine. A questo punto i riflettori si spostano su Giorgio Zanon, l'ex amministratore unico, e il credito di sponsorizzazione che il Casale deve ancora ricevere da Foppiani.

Ricapitalizzazione al Casale: missione compiuta

Ricapitalizzazione al Casale: missione compiuta

01 Apr. 2013  •  CALCIO  •  Casale

AGGIORNAMENTO
Ammonta a 320mila euro la ricapitalizzazione sottoscritta dalla famiglia Di Stanislao nelle casse del Casale Calcio. L'operazione sarà ufficializzata tra martedì e mercoledì della prossima settimana. Come già evidenziato, ora anche l'ex patron Roberto Goveani potrebbe decidersi a contribuire al risanamento dei conti societari, così come il gruppo Foppiani, debitore di una cifra risalente alla sponsorizzazione.
NOTIZIA
Tempi rispettati al Casale Calcio. Questo venerdì è stata sottoscritta la ricapitalizzazione, dopo che il bilancio approvato al 31 dicembre aveva certificato la perdita. Una vera e propria boccata d'ossigeno, quindi, per le casse monferrine. La cifra è stata stanziata interamente dalla famiglia Di Stanislao, anche se la prossima settimana Roberto Goveani, il precedente patron, dovrebbe aggiungere altri liquidi, in base a un accordo sottoscritto con il patron Paolo Di Stanislao. A questo punto, anche le messe in mora, sottoscritte dai calciatori per il mancato pagamento degli stipendi, sono destinate a decadere, una volta che saranno saldati gli emolumenti arretrati.

Casale, approvato il bilancio. Ora si ricapitalizza

29 Mar. 2013  •  CALCIO  •  Casale

Al Casale il primo ostacolo è stato superato. Questo giovedì è stato certificato il bilancio in perdita dei conti della società monferrina, al 31 dicembre 2012. Rispettati, quindi, gli adempimenti federali richiesti entro il 31 marzo. Tutte le carte sono state depositate con la firma dell'amministratore unico e del sindaco unico. Ora toccherà all'azionista di maggioranza, la famiglia Di Stanislao, farsi carico della ricapitalizzazione.

Fonte RadioGold









Commenti

Post popolari in questo blog

La storia del tifo organizzato a Casale

Comunicato Ultras Casale

R.I.P. REBECCA