Fano corsaro a Casale.


Fano corsaro a Casale. Danna:'una stagione vissuta in agonia'. Lunedi' sera nuova assemblea dei soci

28 Apr. 2013  •  CALCIO  •  Casale

"Personalmente non vedo l'ora che arrivi il 12 di maggio per finire quella che ormai, purtroppo, è solo più un'agonia". Questo il commento a caldo pronunciato dal direttore sportivo del Casale, Giorgio Danna. Difficile commentare l'ennesima sconfitta di una squadra che ormai da tempo più squadra non è. A passeggiare sulle macerie del Casale è stato il Fano Alma Juventus, corsaro in quel del Palli per 1-0. In un match deciso al 21' del secondo tempo dalla rete di Tonani, la noia e il nervosismo hanno fatto la parte del protagonista. Ben sei gli ammoniti, tre per parte, e un espulso tra le fila del Fano a causa di un fallo killer su Lorenzo Cinque. "Stiamo vivendo una sorta di inerzia che deve finire, speriamo ci siano novità a livello societario sia in negativo che in positivo. Speriamo che qualche cosa si muova. La priorità sarà quella, in qualsiasi categoria, della permamenza del marchio Casale e della continuità della sua esistenza." A questo proposito questo lunedì sera è prevista una nuova assemblea della Casale Comunication and Marketing. Alle 18 i soci si ritroverranno nella sede di via Trevigi, con la speranza di vedere anche Andrea Di Stanislao, il titolare del 90% delle quote, assente nell'assemblea dello scorso 19 aprile. "Finora non ho avuto comunicazione sulla presenza o meno di Di Stanislao" hadichiarato a Radio Gold Domenico Falanga, amministratore unico della società e legale della famiglia Di Stanislao "La mia sarà un’amministrazione bipartisan, essere l’amministratore di tutti, sia della proprietà che dei soci di minoranza della Casale Comunication and Marketing. Ho in mente alcune cose da fare, per il bene del Casale. Le esporrò in assemblea questo lunedì. Le valuteremo anche insieme ai soci di minoranza. ”
fonte Radio gold

Commenti

Post popolari in questo blog

La storia del tifo organizzato a Casale

Comunicato Ultras Casale

R.I.P. REBECCA