Casale, Di Stanislao: "Non c'è nessuna situazione allarmante, si risolverà tutto"

Casale, Di Stanislao: "Non c'è nessuna situazione allarmante, si risolverà tutto"

21.02.2013 10:20 di Federico Capra  
© foto di Jacopo Duranti/TuttoLegaPro.com
Alla scadenza del termine del 18 febbraio, la proprietà del Casale Calcio non ha versato stipendi e contributi del terzo trimestre della stagione in corso (novembre-dicembre 2012). Una situazione che per i monferrini vorrebbe dire un altro punto di penalizzazione in classifica e la reale messa in bilico di una possibile salvezza e permanenza in Seconda Divisione. In un'intervista comparsa, nella giornata di ieri, sul trisettimanale Il Piccolo, il neo patron del Casale, Paolo Di Stanislao, ha voluto rassicurare tifosi e squadra. "Non si può chiamare allarmante questa situazione. Non sono stati rispettati i contratti stipulati ad inizio stagione tra il Casale e la famiglia Foppiani che, nella passata stagione, ha causato danni a questo club. Le carte firmate a luglio prevedevano che ogni sopravvenienza passiva causata dalla gestione precedente sarebbe stata coperta interamente dalla Foppiani". Di Stanislao ha poi proseguito: "Se fossi stato informato prima di questo problema avrei provveduto a pagare io stesso, ma non ho avuto il tempo materiale per farlo. Comunque posso assicurare che gli stipendi verranno pagati subito". Insomma sembra tutt'altro che concluso il calvario dei nerostellati che potrebbero vedersi vanificare quanto di buono fatto sul campo nei passati anni e soprattutto in questa stagione con venti punti raccolti in totale e cinque tolti di penalizzazione più un'altro in ballo.

fonte TuttoLegaPro.com

Commenti

Post popolari in questo blog

La storia del tifo organizzato a Casale

Comunicato Ultras Casale

R.I.P. REBECCA