Casale, Gigliotti: "Club solido, ma serve aiuto"

 Casale, Gigliotti: "Club solido, ma serve aiuto"

29.02.2012 17.55 di Stefano Sica   
© foto di Marco Rossi/Tuttocesena.it
"Non possiamo più nasconderci: il Casale punta alla promozione e lotterà fino in fondo per quest'obiettivo". A parlare ai microfoni di TMW è il direttore sportivo nerostellato, Pasquale Gigliotti, il quale ha fatto il punto sul momento del gruppo di Francesco Buglio, non mancando di affrontare anche la situazione societaria relativa al gruppo Foppiani, proprietario del club.
Com'è la condizione fisica e mentale del Casale?
"Buona. Vogliamo la Prima Divisione e tenteremo di agguantarla. Abbiamo fatto un buon mercato invernale, immettendo in rosa qualche giovane interessante e puntellando l'attacco con Petrilli. La nostra è comunque una squadra che manda in gol un po' tutti, anche se ha vinto diverse partite di misura".
Si può dire che il periodo di incostanza nei risultati, iniziato a gennaio, sia definitivamente alle spalle?
"Ritengo di sì. La causa di qualche risultato negativo è da ricercarsi nel fatto che la squadra ha sofferto molto i campi pesanti in quest'ultimo periodo. Un inconveniente per giocatori brevilinei e tecnici come i nostri".
Domenica al "Natal Palli" arriva il Montichiari, squadra da prendere con le molle perchè, tra quelli in zona play out, è il team che ha vinto maggiormente in trasferta (5 successi)
"Io credo che ogni gara nasconda grandi insidie. Tutte le squadre che affronteremo venderanno cara la pelle. Siamo in una fase importante del torneo e, per questa ragione, dovremo avere il massimo rispetto di tutti senza sottovalutare nessuno".
Tra i "tesoretti" del club, chi è che le sta dando le maggiori soddisfazioni?
"Mi vengono in mente Nicolas Siega, un centrocampista del '91 già al secondo anno con noi in Seconda Divisione, e che è stato anche convocato nella nazionale di categoria, e Alessio Curcio, un attaccante classe '90 scuola Juve. Siamo molto contenti di loro e non è un caso che siano sotto osservazione da parte di alcuni club di categoria superiore".
Come giudica la normativa sul minutaggio per i club di Lega Pro?
"Sono favorevole. Anche noi ne usufruiamo per una scelta della società che condivido pienamente. Apporterei solo due correttivi: rendere obbligatorio l'utilizzo di un under che sia prodotto dal proprio settore giovanile, e concedere sgravi fiscali alle società che utilizzino questi giovani. Sono d'accordo nell'estendere le annate di riferimento degli under, perchè ogni giovane deve avere il tempo necessario per maturare. Quindi sarebbe preferibile che, il prossimo anno, la normativa sugli under, se anche dovesse prevedere la promozione dei '92, comprenda anche i '91 sotto questo regime".
Per chiudere: com'è lo stato di salute della Foppiani e, di conseguenza, del club?
"La Foppiani è un gruppo che investe da tre anni a Casale per rendere grande questo club. Purtroppo la crisi economica attuale ha fatto sì che la proprietà chiedesse aiuto alle realtà del territorio, sia politiche sia economiche, finalizzando questa richiesta ad una stabilizzazione della società, affinchè abbia un futuro solido. Il Comune in questo senso si sta impegnando. Di certo posso tranquillizzare tutti i tifosi: problemi di gestione non ce ne saranno fino al termine del campionato. Il Casale non corre alcun pericolo e tutti gli impegni saranno onorati senza rischiare sanzioni. Però abbiamo bisogno del sostegno dei tifosi: in questo momento devono far sentire il loro calore alla squadra perchè ci sono una società ed un team che stanno portando in alto il nome di questa città. Occorre remare tutti nella stessa direzione".

fonte TuttoLegaPro

Commenti

Post popolari in questo blog

La storia del tifo organizzato a Casale

Comunicato Ultras Casale

R.I.P. REBECCA