e ora che si sappia la verita' dal 17 febbraio ad ora che notizie ci sono ?

Il Sindaco: "Servono circa 500mila Euro per finire la stagione"

Casale Monferrato | 17/02/2012 — Nel pomeriggio di giovedì 16 febbraio, si è svolta in Comune una nuova riunione fra il sindaco Giorgio Demezzi, l’Assessore allo Sport Federico Riboldi, i consulenti della Foppiani e il vicepresidente del Casale Calcio Alberto Rossi, con tema le possibili soluzioni alla crisi economica del club nerostellato. Il primo obiettivo è stato quello di fare il punto della situazione sul lavoro svolto sinora e l’avvocato Pierfilippo Capello dello studio milanese Guardamagna e Associati, pare aver portato buone notizie su quanto discusso a inizio settimana nella sede della Federcalcio a Roma, oltre che sui continui contatti con l’Associazione Italiana Calciatori. C’è una precisa scaletta di lavoro, ci è stato spiegato, ma questa riguarda soprattutto il taglio dei costi e la riorganizzazione aziendale, mentre sembrano esserci molte meno certezze sul tema più importante, ovvero la ricerca di nuovi soci finanziatori. Un dato è certo: lunedì scorso sono stati pagati regolarmente gli stipendi di dicembre dalla Foppiani e fino al 14 maggio non ci saranno ulteriori controlli della Covisoc.
DEMEZZI: “PER ARRIVARE AL 30 GIUGNO SERVONO 500MILA EURO”

Il sindaco, al pari del presidente della Provincia Filippi, si è impegnato per convogliare risorse, ma il suo compito non è comprensibilmente semplice, vuoi per il difficile momento economico generale, vuoi per i tanti delicati impegni che di questi tempi coinvolgono l’amministrazione e anche per la particolarità del settore in questione. “Confermo che ci stiamo muovendo per tutelare i colori nerostellati e tutto ciò che rappresentano per il nostro territorio, ma non ci sono ancora novità di rilievo, inutile nasconderlo. La cifra da raggiungere? Per arrivare al 30 giugno serve circa mezzo milione di Euro, ma la nostra ottica è quella di assicurare al club e al suo settore giovanile un orizzonte possibilmente più ampio. Certo, sarebbe bello portare a termine la stagione in corso ad alto livello dal punto di vista tecnico come finora è stato, ma poi vogliamo anche metterci nelle condizioni di festeggiare i cent’anni dello scudetto 1913/14 in modo adeguato”. Da indiscrezioni, si starebbe cercando di formare la classica cordata di imprenditori, ma dalle promesse alle azioni concrete il passo non è mai breve.
fonte il monferrato

Commenti

Post popolari in questo blog

La storia del tifo organizzato a Casale

Comunicato Ultras Casale

R.I.P. REBECCA