Passa ai contenuti principali

CASALE vs Rimini 0 a 0 e i NEROSTELLATI conservano il primo posto

Casale, il big match finisce con un nulla di fatto

I nerostellati pareggiano 0-0 con il 

  Rimini e conservano il primo posto. Ma il San Marino incombe e fa paura

Il tanto atteso big match partorisce il topolino e, come spesso accade in queste occasioni, la partita si conclude con un nulla di fatto. Casale e Rimini si dividono la posta, 0-0, in un match che i nerostellati dominano nel primo tempo (in pratica un monologo di Taddei e compagni), mentre i romagnoli confermano di essere una formazione essenzialmente difensiva, brava a chiudere gli spazi ma poco propositiva in avanti. Nella ripresa la fatica la fa da padrona, a causa di un terreno di gioco pesantissimo, che prosciuga le energie. Con l'espulsione di Marchi si teme il peggio, il Casale gioca in inferiorità numerica per un quarto d'ora, ma porta a casa il risultato senza troppi sforzi. Il primo posto è per ora salvo, ma incombe il San Marino che ha raggiunto il Rimini ed è a tre punti di distanza (con una partita in meno). Adesso è d'obbligo andare a vincere a Renate. 
LA CRONACA
Primo tempo . Dopo un quarto d'ora di studio il primo brivido arriva con una rasoiata di Peluso dai venti metri, Scotti si salva con la punta delle dita, deviando sul fondo (anche se il guardalinee, nell'occasione, non segnala il corner fra le proteste dei padroni di casa). Al 23' Marchi mette in mezzo un bel pallone che nessun nerostellato raccoglie, e l'azione sfuma. Più pericoloso il Casale due minuti dopo: Capellupo recupera un bel pallone a centrocampo, rapida verticalizzazione per Taddei, tiro di prima intenzione, Scotti si oppone di istinto con il palmo delle mani. Al 31' Taddei innesca lo scatto di Curcio, Scotti blocca sui piede dell'attaccante monferrino. Al 39' un liscio di Palazzi apre la strada a Peluso, ma l'esterno nerostellato cincischia e la difesa romagnola recupera a sbroglia la situazione di pericolo che si era appena venuta a creare.
Il Rimini è pericoloso per la prima volta con un'azione che nasce dagli sviluppi di un calcio d'angolo, Adornato è scavalcato, Gambadori sbroglia. Ma subito dopo c'è una veloce ripartenza di Peluso, Scotti esce fino alla trequarti per anticipare il contropiede dell'avanti nerostellato. Al 45' bello scambio fra Curcio e Taddei, il tiro del fuoriclasse nerostellato è sul secondo palo, Scotti ci arriva.
Secondo tempo – La ripresa si apre con un Rimini più convinto, anche se la prima occasione è ancora del Casale con Taddei e Peluso che dialogano in area ma non si intendono al momento del tiro. Subito dopo Gerbino Polo si presenta davanti ad Adornato, ma si alza la bandiera del fuorigioco. Sull'altro fronte Taddei batte uno dei tanti calci d'angolo, Taddei pesca bene Iannini, colpo di testa a lato. Al 26' il Rimini è pericoloso. Bell'apertura di Gerbino Polo per Onescu appostato al vertice destro dell'area, rasoiata che accarezza la base del palo. Al 33' il Casale resta in dieci per l'espulsione di Marchi, doppia ammonizione, secondo fallo ai danni di Gerbino Polo. Il Rimini gioca dunque in superiorità numerica l'ultimo quarto d'ora, ma il risultato non cambia più, la gara finisce 0-0.
BUGLIO: 'PECCATO PER LE CONDIZIONI DEL CAMPO, TROPPO PENALIZZANTI'
Casale e Rimini si dividono la posta nella grande sfida del 'Natal Palli', al termine di una partita combattuta, specialmente nel primo tempo, condizionata però dalla pesantezza del campo. È proprio questo il principale cruccio del tecnico Francesco Buglio: “E' stato un bel Casale, abbiamo creato molte occasioni, e direi che ai punti meritavamo qualcosa di più. Purtroppo questo campo penalizza una squadra tecnica come la nostra, oltre a mettere a rischio l'incolumità dei calciatori. Bisognerà fare assolutamente qualcosa per le partite successive, perché così non si può andare avanti. Detto questo, è un punto utile, che ci permette di proseguire nella serie positiva. E rinnovo i complimenti ai miei giocatori, che hanno dimostrato, una volta di più, di essere un grande gruppo”.
Ormai il San Marino è arrivato nelle prime posizioni, ha raggiunto il Rimini ed è a tre punti dal Casale ma con una gara da recuperare. Sarà corsa a tre per la promozione?
“Il San Marino viene da un lungo momento positivo, con tanti punti realizzati e tanti gol segnati, e gli facciamo i complimenti per questo: ma per la legge dei grandi numeri prima o poi accuserà una battuta a vuoto. Non credo che sarà una corsa a tre, vedo bene il Cuneo e anche qualche altra squadra potrà inserirsi”.
In sala stampa si presenta anche il capitano Riccardo Taddei: “E' vero, il campo era indegno – racconta –, un terreno così penalizza oltremisura chi ama giocare al calcio. Si affrontavano le due squadre più forti del campionato, ai punti avremmo vinto noi, abbiamo creato varie occasioni che non siamo riusciti a concretizzare. Nel secondo tempo siamo calati proprio perché quel campo ci toglieva tutte le forze. Ma va bene così, andiamo avanti a testa alta, orgogliosi di quello che stiamo facendo”.
Taddei conclude con un riferimento alla difficile situazione societaria del club, per precisare e smentire alcune voci circolate in città: “Non è affatto vero che noi giocatori avremmo rifiutato una riduzione dei nostri stipendi, questa proposta semplicemente non ci è mai stata presentata. Dispiace che ci sia chi fa circolare voci che danneggiano noi giocatori. Questo è un gruppo di persone serie che sta facendo il proprio dovere in un contesto molto complicato e che ha ben chiaro il suo obiettivo: vincere il campionato. Un gruppo che sta dando molto più di quello che ha ricevuto”
fonte casale news.

Post popolari in questo blog

La storia del tifo organizzato a Casale

Comunicato Ultras Casale

R.I.P. REBECCA