Passa ai contenuti principali

Casale Calcio, il presidente Zanon: 'Cerchiamo nuovi


Venerdì sera gli stati generali del calcio cittadino. L'ad Catenacci: 'Siamo in contatto con una decina di imprenditori che rilevino quote societarie' soci per proseguire nel progetto'

03/03
Si è svolta venerdì sera, nella sala consiliare del comune di Casale Monferrato, la riunione convocata dalla tifoseria organizzata nerostellata per discutere sul futuro del club quando, il prossimo 30 giugno, scadrà il progetto triennale portato avanti dalla proprietà Gruppo Foppiani. All’incontro erano presenti gli assessori Nicola Sirchia, Federico Riboldi ed Ettore Bellingeri, il presidente di Cosmo Fabrizio Amatelli e, in rappresentanza della società, il presidente Giorgio Zanon, l’amministratore delegato e direttore generale Fabrizio Catenacci, il direttore sportivo Pasquale Gigliotti, il segretario Sandro Zaio.

“Siamo qui – ha esordito il presidente Giorgio Zanon – perché abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti affinché questo progetto vada avanti. Non possiamo nascondere che ci sono difficoltà dovute alle crisi economica, ma stiamo lavorando per superarle”.

“Il problema è uno solo – ha aggiunto l’amministratore delegato e direttore generale Fabrizio Catenacci –, dare un futuro al Casale Calcio. La situazione attuale rende difficile la continuazione del progetto. La crisi economica ha colpito tutte le aziende, compreso il Gruppo Foppiani. Occorre aggiungere un secondo progetto al primo, e da soli non ci si riesce. Se non succederà qualcosa la proprietà dirà che non ce la fa più ad andare avanti. L’obiettivo è trovare imprenditori locali e non solo locali, un gruppo che condivida il progetto con l’attuale proprietà. Come società abbiamo individuato 10-15 imprenditori, e con il sostegno dell’amministrazione comunale, richiederemo a loro di rilevare un 5% - 10% delle quote societarie, entrare in società con noi e condividere i costi di gestione”.

L’amministrazione comunale ha ascoltato con attenzione le richieste avanzate del club nerostellato e si è dimostrata disponibile a fornire un sostegno, nell’ambito delle proprie possibilità. “Non c’è nessun problema – hanno infatti spiegato gli assessori Nicola Sirchia, Federico Riboldi ed Ettore Bellingeri – nell’affiancare la società nella ricerca di nuove partnership. Il Casale Calcio è una realtà sana, che dà lavoro a molte persone, e che ha espresso il desiderio di proseguire nel suo progetto. Da parte dell’amministrazione accogliamo la richiesta di un coinvolgimento maggiore per creare utili sinergie. Come in città a noi vicine, in cui il calcio ha raggiunto altissimi livelli”.

Al termine si è svolto un dibattito con i tifosi, ricco di proposte e spunti interessanti.
fonte Casalenews

Post popolari in questo blog

La storia del tifo organizzato a Casale

Comunicato Ultras Casale

R.I.P. REBECCA